Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

image

Come installare ed utilizzare WordPress in locale

Una delle piattaforme più utilizzate, in questi anni, nella realizzazione dei siti web è sicuramente WordPress. Facile da usare, semplice da capire e adatta anche a chi è alle prime armi, ovviamente con i suoi limiti, WordPress è uno dei migliori sistemi per la gestione dei contenuti sul web.

Tuttavia, come sappiamo bene non si finisce mai di imparare e c’è sempre un margine di miglioramento; quando un aito è online, sarebbe utile poter effettuare delle modifiche senza però che queste non vengano viste in tempo reale dagli utenti, e una delle soluzioni più comode in questo senso consiste nell’installare WordPress in locale.

Praticamente, andiamo a creare un sito che però si trova completamente sul nostro computer, senza niente online, su cui possiamo provare e sperimentare quanto vogliamo e senza modificare alcunché del sito principale, perché si tratta di qualcosa completamente separato. Nel momento in cui, poi, saremo soddisfatti del nostro lavoro, potremo sostituire il template che abbiamo sul nostro sito con quello creato in locale, semplicemente copiando il nostro lavoro via FTP (o magari replicandolo sul WordPress del sito).

Una soluzione comoda per chi vuole imparare e per chi vuole portarsi avanti con il lavoro, anche piuttosto semplice da utilizzare.

Il tool per installare WordPress offline si chiama Instant WordPress, si scarica da qui ed è essenzialmente un tool che crea il sito in locale pur andando a recuperare da internet temi e plugin ufficiali. L’host quindi è una cartella del nostro computer, da cui possiamo lavorare; gestiamo dal programma il sito in WordPress, mentre per le anteprime possiamo utilizzare uno dei browser che abbiamo installato, a nostra scelta. Per eseguire il login su WordPress, la password e l’username sono, in modo molto classico, admin, admin, ma ce ne importa poco perché il sito si trova in locale, completamente.

In questo modo è possibile personalizzare il sito come preferiamo, gestire i plugin e provare i temi prima che il sito venga messo online, o anche mentre è online con la vecchia struttura; solo quando saremo soddisfatti e senza alcuna fretta, poi, potremo trasferire tutto online e a quel punto il sito sarà pronto.

Il sistema è una soluzione interessante per la gestione dei siti aeb, specialmente per chi nn vuole appesantire ulteriormente il proprio sito con plugin che consentano la prova di altri componenti. Online sono disponibili poi anche soluzioni più complesse, come quelle che permettono di creare veri e propri host locali, ma sono fuori dalla portata dell’utente alle prime armi.

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment