Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

image

Drupal: cos’è, come funziona e quali sono pregi e difetti

Se stai per registrare un sito web con il nostro servizio Hosting99, avrai sicuramente notato che è possibile, in fase di acquisto del dominio, inserire all’interno dello spazio anche un CMS, ovvero un gestore di contenuti. Si tratta di una piattaforma in grado di gestire i tuoi contenuti (articoli, pagine, immagini) senza conoscere il codice HTML, per cui in modo molto più semplice rispetto al progettare il sito da zero.

Tra le scelte disponibili troverai anche Drupal, un CMS meno conosciuto di WordPress o Joomla che però sta ottenendo molto successo: vediamo perché.

Cos’è Drupal e come funziona

Drupal è un CMS gratuito, sviluppato da una fondazione senza fini di lucro supportata da una community che cerca costantemente di migliorarlo.

Inizialmente, Drupal è una scatola vuota e non ha una struttura già disponibile come succede con WordPress, che ha una serie di controlli preimpostati (articoli, pagine, media e via dicendo). Questa scatola va riempita, e si può fare con i moduli, che sono i singoli componenti che andranno a formare il sito. Questo significa che, se di base non c’è nulla, il sito si può costruire come lo preferiamo: sia che vogliamo una semplice landing page, sia che vogliamo un eCommerce, sia che siamo interessati ad un blog, è sufficiente aggiungere i moduli giusti e il nostro sito sarà molto più personalizzabile rispetto alla “struttura standard” proposta da WordPress.

Il vantaggio principale, però, oltre alla personalizzazione, è la velocità di caricamento del sito: ogni modulo, infatti, viene caricato singolarmente, dal più leggero al più pesante. Questo significa che, con Drupal, il testo della pagina comparirà subito, senza attese, e poi compariranno le immagini, i plugin social, i pulsanti di condivisione; la pagina si comporrà sotto gli occhi di chi naviga ma fin da subito lui avrà la possibilità di vedere qualcosa, a differenza di quanto accade con altri CMS che si caricano in blocco. E questo aumenta il tempo di permanenza sul sito, perché abbiamo un caricamento istantaneo delle pagine.

A chi serve e a chi non serve Drupal

Drupal è una scatola vuota, a differenza di WordPress che è una scatola già un po’ piena, o comunque spinge a creare il sito in una certa direzione (tipo blog).

Questo significa che chi cerca la personalizzazione con Drupal trova pane per i suoi denti, mentre chi non vuole perdere troppo tempo a creare il proprio sito mettendo insieme tutti i moduli non dovrebbe sceglierlo: non è un CMS da “chiavi in mano”, ma per chi punta molto sul proprio sito web deve essere preso in considerazione, perché i vantaggi sono superiori rispetto a quelli di altri CMS.

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment