Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

PHP7-ELEPHANT

Sito WordPress lento? Controlla se hai aggiornato a PHP 7.1!

Se utilizzate WordPress anche a livello di base, sicuramente avrete visto scritta da qualche parte la sigla PHP. Si tratta di un acronimo importante per chi usa WordPress, ed è il linguaggio di programmazione che permette di comporre le pagine web del vostro sito.

Come tutto il resto, anche il linguaggio di programmazione viene aggiornato, e la versione più recente è PHP 7.1, anche se purtroppo molti siti web sono ancora con una versione vecchissima, che è PHP 5.6. Questo problema non riguarda precisamente la sicurezza (quindi aggiornare PHP non è la stessa cosa che aggiornare WordPress), ma riguarda la “lingua” con cui le pagine vengono tradotte, un po’ come se un nonno si arricchisse del vocabolario del nipote quindicenne.

Il fatto che PHP venga migliorato, e reso più veloce, implica che anche il caricamento delle pagine web, e quindi del sito stesso, sia più veloce; non solo, ma è anche possibile gestire meglio i contenuti grazie ai nuovi comandi, per cui è vantaggioso effettuare l’aggiornamento.

Tuttavia, ad aggiornare PHP potrebbero esserci anche degli svantaggi (che è il motivo per cui molti non aggiornano), e questi svantaggi riguardano principalmente la compatibilità dei contenuti del sito. In altre parole, se nell’esempio precedente il nonno inizia a parlare come il nipote, poi potrebbe non comprendere più le cose che dicono gli altri nonni, e questo accade (nello stesso modo) con i linguaggi di programmazione. Anche perché stiamo parlando di un nonno “molto nonno”: PHP 5.6 risale addirittura a 12 anni fa, tantissimi nel mondo tecnologico, e PHP 6 non è mai stato rilasciato, per cui siamo arrivati direttamente a PHP 7 dopo moltissimi anni del precedente linguaggio di programmazione.

Per questo motivo, bisogna fare attenzione soprattutto ai plugin che utilizziamo e che potrebbero non essere stati aggiornati da tempo, perché è possibile che questi non si siano ancora adattati al nuovo linguaggio di programmazione.

Per essere sicuri che l’aggiornamento non sia deleterio per il vostro sito web, potete usare un plugin apposito, compatibile anche con la vecchia versione, che si chiama PHP Compatibility Checker: questo in pratica scansionerà il vostro wordpress, cercando così di capire se avete nel sito dei plugin obsoleti che, quindi, devono essere tolti e sostituiti con altri dalla stessa funzione ma più recenti.

Questo è anche un buon modo per eseguire l’aggiornamento del sito agli standard più recenti, magari con plugin che riescano a dare qualcosa in più al sito stesso: un modo interessante per effettuare tutti gli aggiornamenti del caso e, comunque, rendere anche il sito più veloce.

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment