Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

Photo-20160515121321835.jpg

Temi di WordPress: ecco perché quelli a pagamento sono migliori?

Quando creiamo un sito in WordPress, una delle prime cose a cui dobbiamo pensare è l’impostazione grafica del sito. Per rendere le cose semplici, e per non dover fare tutto da zero, si utilizzano i temi per WordPress, che sono template già pronti da poter applicare al nostro sito.

I temi per WordPress si distinguono in due grandi categorie, che sono i temi gratuiti e quelli a pagamento. E di solito gli utenti preferiscono quelli gratuiti, per ovvi motivi, anche se nell’ottica di un sito professionale questa non è certo la scelta migliore. Cerchiamo di capire perché.

Innanzitutto, chi si intende un minimo di WordPress sa vedere fin da subito se ha davanti un tema gratuito o un tema a pagamento, un po’ come le donne sanno riconoscere un vestito costoso da uno comprato al mercato. Per chi non “ha l’occhio” magari è difficile, ma per chi ce l’ha riconoscere la differenza è semplice e, anzi, avere un tema gratuito significa lesinare al centesimo, quindi o che non ci importa nulla del sito o che non abbiamo soldi. E non è il massimo.

Il prezzo per un tema non è alto, perché mediamente si va dalle 50 alle 100 euro, da pagare una sola volta, per cui non si tratta di una spesa costante.

I temi a pagamento danno più opportunità, anche di personalizzazione, rispetto a quelli gratuiti, e molte opzioni nascoste, come plugin appositi per quel tema, nei gratuiti non sono presenti, ed è per questo motivo che un tema a pagamento si potrà anche personalizzare di più per le nostre esigenze rispetto ad un tema gratuito, con il quale questa cosa non è possibile.

Molto importante anche il supporto. Specialmente per chi non è abituato a modificare un tema, onde evitare delle recensioni negative se vogliamo alcune modifiche specifiche, magari semplici, al tema scelto basterà chiedere a chi quel tema lo ha fatto per averle.

Qualsiasi problema, inoltre, viene prontamente risolto perché come per altri professionisti l’attenzione al cliente è una cosa assolutamente essenziale se si vogliono continuare a vendere temi, che poi è il lavoro di chi li fa.

Ovviamente, in un tema gratuito il supporto è praticamente inesistente, perché i designer non guadagnandoci nulla non lo offrono, o almeno lo offrono solamente in caso di problemi gravi, non per degli aggiustamenti.

Per questi motivi, è bene ricordare che quando si crea un sito l’aspetto estetico è importante, e che quindi il tema gratuito dovrebbe essere una scelta solamente di quei siti che sono proprio alle prime armi, e magari hanno voglia di sperimentare, oppure di chi ha un sito che “lascia il tempo che trova”, magari perché è un blog aziendale e non ha scopi pubblicitari.

Per tutti gli altri, però, in particolare per chi il sito è una vetrina, il punto focale della propria attività, è importante ragionare bene su questo argomento: il tema dovrebbe essere scelto a pagamento, non gratuito. Ed è una cosa che sarebbe meglio non sottovalutare.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment