Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

Brand Protection, un aiuto per le attività sul web.

Oggi la crisi non lascia scampo, eppure ci sono tanti piccoli trucchetti che possono aiutare la nostra attività ad avere una seconda vita cibernetica. Si tratta di instaurare un vero e proprio business via web e si può fare grazie ad un ingegnoso trucco poco utilizzato, ovvero il Brand Protection.

L’utilizzo di questo metodo, aiuta a potenziare il proprio dominio e potrebbe aiutare anche nella scelta di un buon nome, qualcosa che sia incisivo. Di fatto secondo gli esperti, se un tempo al nome non si dava una grande importanza, oggi con gli algoritmi di Google la musica cambia e si porta dietro nuove priorità.

In questo modo si semplifica il processo di ricerca degli utenti sul web, portando il nostro sito magari a finire fra i primi nella prima pagina del motore di ricerca. Sostanzialmente non si può creare un sito e lasciarlo lì sperando che dà se senza fare niente attiri utenti. Bisogna lasciare delle briciole sul percorso, fare qualcosa che attiri lettori e interessati.

Ovviamente se si ha un’attività o un azienda già conosciuta con un nome e un design è già da questo passo che si deve iniziare, da cui devono prendere il via le altre idee. In questo modo sarà più facile trovare soluzioni e idee nuove che però allo stesso tempo non siano totalmente fuori strada.

Secondo gli esperti, il tutto viene ancora semplificato se alla fine della parola o della frase in questione si aggiunge un .IT o un .COM in modo da rendere la strada ancora più retta. Sostanzialmente si parte dal presupposto che la registrazione di ogni estensione che ci viene in mente, o almeno le più importanti e utilizzate e la redirect su quella desiderata, ovvero l’indirizzazione sul sito madre è il modo migliore per stendere il red carpet ai lettori.

405142918_640

In questo modo, ovunque i potenziali clienti o lettori andranno, sarà molto più facile trovarvi e indicargli la giusta via. Un grave errore è di fatto quelle di mettere un nome al sito, totalmente diverso da quello che è l’attività di origine. In questa circostanza, si rende difficile poi la ricerca via internet, senza dimenticare che si possono incontrare persone poco professionali.

In particolare in un’epoca come questa dove se non si ha un’attività sul web, non si è praticamente nessuno, curare questi dettagli non è per niente superfluo anzi diventa di vitale importanza per il nostro lavoro. Avere un buon business sul web vuol dire dare a chi attinge le info via web, sicurezza e serietà.

Se il sito è sciapo e non ben curato, si dà l’impressione di non essere ben disposti a spendere perché magari non c’è la possibilità economica per poterlo fare. Ma se si vuole avere successo e dare la certezza ai possibili clienti di utilizzare l’interfaccia web come se fosse la porta di un negozio in cui entrare e poter visionare la merce per poi acquistarla, allora tocca darsi necessariamente una rimodernata.

Il segreto, sta nel creare un piano di sviluppo su quelle che sono le tappe, dalla creazione del sito al rendersi praticamente reperibili per i clienti, magari inserendo una chat per poter rispondere alle domande di chi ne vuol sapere di più.

condividi!

AUTHOR - Redazione Hosting

No Comment

0

Post A Comment