Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

Photo-20160404090757570.jpg

Guadagnare con un blog: ecco perché non ci riesci

Molte persone pensano che quello di guadagnare con un blog sia un sogno piuttosto semplice da realizzare, che permetta di vivere tranquilli la propria esistenza senza doversi preoccupare praticamente di nulla. Ci si alza al mattino, si scrivono un paio di articoli e si va avanti così, facendo soldi da casa senza essenzialmente far nulla.

Molti tra quelli che ci provano, però, si scontrano poi con la dura realtà, perché ci sono una serie di motivi che impediscono, a voi e proprio a voi, d guadagnare in questo modo. E spesso l’errore principale che si fa è l’approccio con cui ci si avvicina a questo mondo.

Molti, infatti, pensano che per guadagnare basti la passione, basti parlare di qualcosa che piace a loro e che sicuramente piacerà anche agli altri: questo è sbagliato. Pensare che agli altri interessano le stesse cose che interessano a voi è l’errore più grande che si possa fare, perché alle altre persone nulla interessa di chi siete voi, di che cosa scrivete, di che cosa vi occupate: le altre persone hanno un problema, e quello che cercano è una soluzione al loro problema. È quello che dovete sapergli fornire.

Così scrivere articoli che indichino la vostra opinione su un argomento, il vostro modo di vedere le cose, o che fanno filosofia su una certa questione, non interesserà agli altri (a meno che siate Beppe Grillo, ma questa è una cosa che viene dopo che si è raggiunto il successo, non prima).

Se io ho un blog che parla di cipolle, quindi, è inutile che parli della filosofia delle cipolle o di come la penso io sulle cipolle: non interessa a nessuno. Quello che devo scrivere, invece, sono le cose che risolvano in qualche modo dei problemi: posso spiegare come evitare di piangere quando si affetta una cipolla, o di quali sono le cipolle migliori per fare una certa cosa, e in questo modo catturerò l’interesse del lettore.

Ma manca ancora un gradino per guadagnare.

Il blog fatto con criterio è a tutti gli effetti un progetto imprenditoriale, quindi il nostro scopo principe deve essere quello di guadagnare: alla fine degli articoli, per risolvere il problema, bisogna cercare di vendere qualcosa, come delle cipolle, degli affetta cipolle, degli utensili per utilizzare al meglio le cipolle: esempi chiaramente stupidi, ma il punto da cui si parte quando si inizia a scrivere deve essere “come guadagno”, poi bisogna cercare di attirare l’attenzione degli utenti (anche pagando, all’inizio) e solo alla fine potremo fare un po’ della nostra filosofia.

Mentre quando si inizia con un blog di solito la persona media fa il percorso contrario, ed è per questo che non si riesce a guadagnare. Sarebbe come aprire un’alimentari e non avere alcun prodotto alimentare, ma stare al bancone a fare filosofia… Riusciremo ad andare avanti?

Se ritenete, comunque, di avere l’idea giusta per sfondare online con ciò che avete da proporre potete aprire il vostro blog personale, a pagamento (tanto costa poco, ma usare le soluzioni gratuite che vi danno un blog come nomesito.wordpress.org non è professionale) tramite il nostro servizio di registrazione Hosting99.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment