Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

wpid-Photo-01ago2015-1702.jpg

5000 euro in palio nel concorso per il miglior sito .eu indetto da Eurid

Che il comparto online delle aziende stia diventando sempre più importante lo sappiamo, visto il numero sempre maggiore di utenti che utilizzano i servizi online a scapito di quelli offline. Ma è una fortuna che se ne inizino ad accorgere anche le istituzioni, anche incentivando la pratica di creare siti web.

Nello specifico, l’istituzione di cui ci occupiamo oggi non è una Onlus sperduta ma è l’Unione Europea, che cerca di favorire, ovviamente una cultura europea, anche attraverso la rete, e lo fa promuovendo il dominio .eu, che al pari di .it o .fr o, ancora .ch (che sono i vari domini nazionali) dovrebbe diventare qualcosa di comune come è il dominio .us per gli Stati Uniti. Del resto, l’Europa sta velatamente puntando a diventare qualcosa come l’America, ma sta cercando di farlo in pochi anni. Purtroppo, le differenze ci sono…

Ma comunque, al di là delle disquisizioni storico-politiche, per favorire la diffusione dei domini .eu Eurid, il registry ufficiale dei domini, ha indetto un concorso, le cui candidature saranno accettate fino al 1 Settembre prossimo e i cui risultati usciranno il 1 Ottobre, in cui verranno premiati i cinque migliori domini .eu con un premio di 500 euro da spendere in una campagna Google Adwords atta ovviamente a promuovere il sito.

I cinque siti premiati saranno uno per categoria, e le categorie sono le seguenti:

  • The Leaders: sono i siti internet di aziende molto grandi, che contano più di 10 dipendenti e che vogliono espandersi nel mercato europeo;
  • The Rising Stars: sono le aziende che si trovano nella situazione diametralmente opposta, ovvero hanno meno di 10 dipendenti e stanno iniziando a lavorare in questo periodo;
  • The Laurels: sono i siti che promuovono progetti o istituzioni europee, anche siti a tema educativo;
  • The House of .eu: sono quei siti che si occupano dell’intrattenimento online e comunque dell’ambito domestico, ovviamente a diffusione europea;
  • The Better World: sono i siti che si occupano d tematiche ambientali e di sostenibilità.

Chi intende partecipare deve prima creare il proprio sito con dominio .eu, e questo può essere fatto tramite la pagina apposita di Hosting99, dove è anche possibile controllare se il dominio che ci interessa è ancora libero.

La valutazione, invece, verrà effettuata in base a quattro parametri, in accordo ovviamente con i principi dell’Unione:

  • La qualità del contenuto, quindi testo, immagini e video, e la presenza del multilingua sul sito;
  • La struttura e la navigazione, perché l’utente che naviga abbia una sensazione di “bello” e di positività;
  • Il design, che deve essere in linea con i contenuti e deve essere piacevole perché possa essere ricordato dall’utente anche dopo la navigazione;
  • La funzionalità, ovvero quanto sono utili i contenuti che propone e se si tratta di un sito semplice da utilizzare anche per chi ha problematiche particolari.

Se avete un dominio .eu o siete interessati a crearne uno e volete partecipare, potete farlo indicando l’indirizzo del sito, la vostra mail e un recapito telefonico a questa pagina del sito Eurid.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

1

Post A Comment