Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

Photo-20160627094719074.jpg

Dominio web aziendale: ecco le regole per sceglierne uno

Le aziende di oggi, per poter continuare a lavorare in relativa tranquillità, hanno bisogno tra le tante cose di essere sempre aggiornate. E uno degli aggiornamenti più importanti è quello che riguarda internet, ovvero farsi conoscere online sfruttando proprio un dominio aziendale.

Molte aziende, però, magari che non fanno parte direttamente dell’ambito online ma che si occupano di tutt’altro, non sono pratiche di internet e delle sue regole; questo, quando si registra un dominio aziendale, può portare a scelte sbagliate che si ripercuotono poi sulle entrate, nei mesi se non negli anni futuri. Insomma, è bene seguire una serie di regole di base per poter scegliere il dominio web della nostra azienda.

  • Per prima cosa, il nome deve essere d’impatto, e non composto da dieci parole. Infatti un utente sarà molto più improntato a comprare un mobile (ad esempio) su un sito che si chiama mobili.it, e che da una certa autorevolezza, piuttosto che su mobili-milano.it, che già dal nome da l’impressione di qualcosa di “trasandato”. Anche se quando si va a registrare il dominio lo si trova occupato, non è detto che sia occupato da un’azienda che lo sfrutta: nel caso fosse di un privato, che lo tiene in attesa di rivenderlo, perché non fare una proposta e chiedere la cifra? Ovviamente, il dominio deve essere considerato un investimento.
  • Le estensioni sono importanti, e ne parliamo spesso anche sulle nostre pagine. E visto che ce ne sono tante, è importante capire quali usare e, soprattutto, quando usarle. L’estensione, in generale, dovrebbe essere un informazione all’utente, informazione che non è contenuta nel nome del sito. Se io, ad esempio, apro il sito pizza.it, non do un’informazione aggiuntiva. E nemmeno con pizza.pizza. Ma se io apro, ad esempio, il dominio pizza.bio, chi lo visita saprà che le mie pizze sono fatte con ingredienti biologici, quindi l’estensione contiene un’informazione, pur rendendo il sito sempre semplice da ricordare.
  • Infine, cosa fondamentale, il rinnovo automatico del dominio. Lo sapevate che il dominio web hotmail.com non è più di Microsoft perché si sono dimenticati di riconfermarlo alla scadenza? Sono cose che succedono, e oltre 20.000 siti all’anno vengono “rubati” perché ci si dimentica di registrarli nuovamente alla scadenza, così da perdere tutto il lavoro fatto. Dimenticarsi di rinnovare il dominio automaticamente, peraltro pagando solo poche decine di euro, puó avere conseguenze disastrose sul nostro sito; del resto, quando non è più nostro ma di un altro, lui può farne quello che vuole. Per questo, quando abbiamo scelto il nostro dominio, non facciamo questo banale errore. Anzi, evitiamolo come possiamo.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment