Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

Photo-20160516214505858.jpg

Registrare dominio .cm, il dominio per chi… commette errori ortografici

In questo articolo vogliamo parlare di un dominio molto particolare, il domino .cm.

Si tratta di per sé di un dominio nazionale, il dominio dello stato del Camerun, uno stato dell’Africa centrale che si trova subito sotto il Sahara.

Parlando di questo dominio, mi viene un po’ da ridere leggendo, in internet, “Proteggi i tuoi interessi in Camerun”: trattandosi di un paese dove oltre il 50% della popolazione è sotto la soglia della povertà, e oltre il 70% lavora nell’agricoltura, gli interessi e i brand da difendere sono ben pochi, probabilmente. Per cui il dominio .cm per gli interessi in Camerun non ha molto senso di essere.

Senso che invece ha l’utilizzo che, ormai da moltissimi anni, viene fatto di questo dominio: utilizzarlo registrando nomi che “accalappiassero” tutti coloro che commettono un errore di battitura cercando un sito, e invece di andare magari su www.google.com vanno su www.google.cm. Un errore che porta ad un altro sito, che è il nostro.

Un utilizzo sicuramente particolare, e non proprio nobile, ma che molti hanno sfruttato nel corso del tempo ottenendo anche risultati considerevoli, in termini pubblicitari, grazie agli errori, ovviamente su siti di risalto internazionale.

Chiaramente, si tratta di un processo un po’ strano, se vogliamo equivoco, di utilizzare la rete, ma non tutto il male viene per nuocere: alcuni giorni fa, ad esempio, ho avuto modo di leggere su internet un articolo molto particolare, che parlava di penalizzazioni Google. Secondo l’autore, chiunque voglia veramente sfondare (in quel caso nel SEO) deve necessariamente “giocare sporco”, per così dire, e incorrere almeno una volta in una penalizzazione, perché solo così si raggiungono risultati importanti.

Essere d’accordo o meno con questa visione delle cose è chiaramente un’opinione personale, ma fare come dice questo autore, o anche registrare il dominio .cm per cercare di prendere possesso delle visite di coloro che sbagliano a scrivere il .com alla fine non fa male a nessuno, ed è una strategia come un altra per attrarre visitatori, che poi magari scoprono sul nostro sito qualche contenuto di qualità, che potrebbe portare a continuare a seguire il nostro sito piuttosto che quello originale, che andava cercando. Insomma, un po’ come quando in vacanza si sbaglia strada e si trova qualcosa di più bello di ciò che stavamo cercando.

La discriminante, chiaramente, deve essere sempre quella di proporre buoni contenuti, perché al di là del dominio scelto sono sempre quelli a fare la differenza; il modo in cui ci facciamo conoscere, però, non è necessariamente già scritto e non deve seguire regole precise.

Insomma, il dominio .cm è un dominio sicuramente molto particolare: se siete interessati, e volete provare ad utilizzarlo, potete registrarlo a partire da questa pagina di Hosting99.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment