Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

Photo-20160226200636820.jpg

Registrare dominio .fr: il dominio per chi vuol proteggere il suo marchio in Francia

In questo articolo ci occupiamo di domini, ma non andiamo troppo lontani da casa nostra: andiamo infatti a valutare l’estensione nazionale di uno dei nostri vicini, la Francia, un paese con cui anche storicamente abbiamo avuto sempre molti rapporti (per motivi geografici, soprattutto) e nel cui mercato da qualche anno è diventato sempre più semplice entrare a causa della libera circolazione delle merci e dei capitali che è uno dei capisaldi dell’Unione Europea.

Eppure, per chi vuol vendere, commerciare o anche semplicemente proteggere il suo nome in Francia, il dominio nazionale è ancora molto importante. Fortunatamente, mentre qualche anno fa per averlo bisognava essere residenti in Francia oggi non è più così ed il registry ufficiale si accontenta della residenza in uno qualsiasi dei paesi UE, compresa quindi anche l’Italia: per i privati e le aziende italiane, insomma, particolari limiti non ce ne sono.

L’importanza della registrazione di un dominio .fr piuttosto che di un più comune dominio .com oppure .eu (che è quello europeo) è da ricercarsi nel fortissimo patriottismo francese. I francesi, come mentalità, sono molto radicati alla loro tradizione e sono molto campanilisti, insomma si fidano molto di più di un’azienda nazionale che non estera: non è un’offesa (ci mancherebbe), è solo una constatazione.

Non molti sanno che la Francia aveva addirittura un proprio Internet, che si chiamava Minitel, fino a pochi anni fa: è stato smantellato progressivamente perché con esso non si potevano raggiungere i siti normali (che hanno avuto la meglio) ma l’esempio fa capire molto bene quanto questo sentimento sia sentito in Francia.

Il dominio .fr, per un’azienda interessata ad espandersi in questo paese e che deve farsi conoscere, è molto importante. Il sito viene infatti mostrato sui biglietti da visita, sulle pubblicità, sulle etichette per alcuni tipi di prodotti: se consideriamo che i clienti potenziali sono molto “protezionisti”, acquisteranno più volentieri da un produttore francese, o comunque legato alla Francia, che non da un produttore estero.

Che poi non è una mentalità così diversa dalla nostra. Che cosa pensiamo, ad esempio, del “Made in China”, ma anche del “Made in France”? Non preferiamo, a prescindere, il “Made in Italy”? Ecco, la situazione loro è simile alla nostra, ma vista dall’altro lato.

E visto che quando si cerca di espandere il proprio mercato, i propri servizi o la propria influenza e che, tra l’altro, espanderci (per muovere le merci e i servizi) in un paese così vicino è semplice sia a livello burocratico che a livello geografico, può essere un’ottima occasione per approfittarne: per farlo, potete registrare il dominio .fr più adatto alle vostre esigenze da questa pagina del nostro servizio Hosting99.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment