Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

wpid-Photo-31-dic-2015-2001.jpg

Registrare dominio .mobi: a chi serve ancora questa estensione?

Qualche anno fa, un consorzio di aziende guidate da una serie di operatori che investivano nella telefonia mobile ha fatto pressioni perché, per i siti web, venisse creato un dominio particolare e anche utile per gli utenti. Il dominio .mobi.

Questo dominio serviva agli utenti per identificare chiaramente che un sito era pensato per i dispositivi mobili, in particolare cellulari o palmari. Fino a qualche anno fa, infatti, i siti internet tradizionali non si potevano raggiungere dal cellulare come succede oggi, perché la potenza dei browser mobile non era neppure lontanamente paragnabile a quella dei browser desktop. Per cui per molti siti, uno tra tutti Wikipedia, venivano create delle versioni ottimizzate per essere visualizzate dai telefoni, che appunto si distinguevano dal sito principale per avere il suffisso .mobi.

Poi, nel 2007, Apple e il suo iPhone hanno cambiato le carte in tavola: i browser mobile sono così diventati più performanti e, con il passare degli anni, hanno iniziato a poter visitare senza particolari differenze (a parte Flash) i siti pensati per i computer, tanto che oggi non c’è praticamente alcuna differenza di esperienza in termini di utilizzo.

Non solo: ad oggi gli sviluppatori sanno benissimo come ottimizzare un sito web in varie versioni, così che se lo stesso sito viene visualizzato da Mobile o da computer se ne hanno due versioni diverse ma con gli stessi contenuti. In questo modo si può gestire un solo sito e non due.

Alla luce di questi cambiamenti, il dominio .mobi è cambiato in questi ultimi anni: se prima erano previste una serie di restrizioni relative al fatto che i siti dovevano essere pienamente ottimizzate per i dispositivi mobili secondo una serie di regole, tra cui il linguaggio di programmazione, oggi queste restrizioni avrebbero avuto ben poco senso, per cui sono state rimosse, lasciando .mobi come un’estensione molto simile alle tantissime nuove estensioni che si possono trovare oggi.

Ma, alla luce di questa storia, a chi serve ad oggi un dominio .mobi? Possiamo dire che alla maggior parte dei privati e delle aziende non serve una cosa del genere, perché basta una ben più semplice ottimizzazione.

Un sito “mobi”, invece, rimane utile a chi per vari motivi deve investire sull’utilizzo da mobile.

Facciamo un esempio: un blog come questo, che state leggendo, ha poca differenza nell’essere visitato da uno smartphone o da un computer, perché quello che uno cerca sono delle informazioni. Ma per il sito relativo ad un’app di geolocalizzazione, ad esempio, ha molto più senso di esistere. App come Waze, Tinder, AroundMe (per fare degli esempi di app conosciute) non hanno senso di esistere da desktop, ma ne hanno eccome da dispositivi mobili.

È per questo che, nonostante il .mobi sia diventato ad oggi un dominio generico, è molto utile per creare ad esempio delle web-app o un sistema che deve essere utilizzato proprio dai cellulari: un’estensione del genere dice infatti all’utente che quello è un sito fatto per essere utilizzato da mobile, e che se ne trae il massimo vantaggio proprio da lì.

Per cui se siete sviluppatori, anche piccoli gruppi, e lavorate molto nell’ambito mobile, ecco che un dominio .mobi può fare al caso vostro, a differenza di altre estensioni che invece sono più utili a siti che si occupano di altri comparti specificamente.

Il dominio .mobi non ha infatti più alcuna restrizione e può essere registrato liberamente: se siete interessati, la registrazione si può effettuare tramite questa pagina del nostro servizio Hosting99.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment