Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

Photo-20160325202824767.jpg

Registrare dominio .name: il dominio per far conoscere il nostro nome online

Il dominio .name è un dominio poco conosciuto e utilizzato, al giorno d’oggi, perché essenzialmente è un dominio generico come tutti gli altri. La differenza però è che questo dominio ha una vera e propria storia, e ancora oggi può essere interessante registrarlo specialmente se abbiamo a che fare con aziende che da tempo si trovano nell’ambito di internet o comunque dell’informatica.

Se, infatti, da qualche anno esistono dei domini che soddisfano i fabbisogni più svariati (ormai sono centinaia, e non è difficile trovare quello che fa al caso nostro) in passato, al di là delle estensioni nazionali, erano disponibili solamente alcuni domini specifici, domini che rimandavano ognuno ad una specifica categoria. È un po’ come, per chi lo segue, il numero delle maglie dei giocatori di calcio: oggi ognuno sceglie quello che vuole, in passato i numeri erano ben definiti per ogni posizione in campo.

Così, se oggi trovare un dominio .org per un sito del tutto commerciale, e non relativo ad un’org-anizzazione è una cosa normale, in passato chi entrava su un sito del genere si aspettava una cosa ben precisa al momento del suo ingresso.

Tornando al dominio .name, che oggi può essere utilizzato per tutto, in passato la sua funzione era quella di identificare un sito personale, relativo ad una persona che si registrava con il proprio nome e cognome reali piuttosto che con uno pseudonimo con la quale era conosciuta (ma non poteva registrarlo un’azienda). Era il sito personale, come .org era il sito delle organizzazioni e .net quello dei network, anche se il fatto che le persone che lo registravano non erano tantissime e che, soprattutto, se lo facevano registravano un dominio nazionale e non internazionale non gli ha provocato mai il successo che avrebbe potuto avere.

Ad oggi che cosa è rimasto al dominio .name? Ben poco di ciò che significava in passato, possiamo dire.

Prima c’erano delle regole per questi domini, di primo (mariorossi.name) o secondo (mario.rossi.name) livello, che dovevano essere richiesti specificamente; ad oggi queste richieste sono decadute, e nessuno mi può impedire di registrare un dominio che non faccia in alcun modo riferimento a me e al mio nome.

La necessità di registrare un sito del genere oggi simpuó quindi far risalire sia al bisogno di farci conoscere online, magari in ambito internazionale (se siamo personaggi pubblici, ad esempio), sia per “seguire le regole”, anche se appartenenti al passato, della “galanteria”.

Per chi lavora da molto su internet vedere un dominio .name è un po’ come per una persona di una certa età vedere qualcuno che va ad una cena elegante in frac. La maggior parte non ne capisce l’importanza, e lo prende per un dominio come un altro, mentre per qualcuno è una cosa da apprezzare ed indica cura per i dettagli.

Un qualcuno, purtroppo, piuttosto raro da trovare, ma se dobbiamo dare una certa immagine di noi stessi registrare il dominio .name relativo al nostro nome può essere un buon punto di partenza.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment