Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

url

Sfruttare un dedicato o un VPS: principali vantaggi rispetto al condiviso

Se il vostro provider di hosting non vi lascia soddisfatto, perchè non pensare di cambiarlo una volta per tutte? La scelta potrebbe essere meno automatica di quel che possa sembrare a prima vista, per quanto esistano soluzioni di livello superiore a cui diventa, molto spesso, non solo consigliabile ma necessario passare. Esse sono i VPS e le macchine dedicate, che rappresentano servizi di hosting di altissimo livello adatti a valorizzare tutto quello che ci serve in ambito web come database, FTP, servizi esterni e via dicendo.

Nella ideale lista dei PRO dedicato / VPS, abbiamo dunque tre aspetti basilari da tenere in considerazione:

  • 1) una maggiore versatilità, visibile soprattutto nel fatto che il cliente potrà installare tutti i servizi che desidera, compresi i moduli di Apache che normalmente non vengono implementati all’interno dei piani condivisi;
  • 2) un set di opzioni più vasto, e questo soprattutto grazie alle enormi potenzialità della shell di comando SSH che permetterà di programmare nel minimo dettaglio la vostra macchina in termini di sicurezza, di plugin aggiuntivi e di supporto multimediale (si può fare streaming audio e video, con questa tecnologia, come utilizzo tipico);
  • 3) una maggiore velocità di visualizzazione delle pagine, e questo varrà per i visitatori comuni del vostro sito web così come per  voi webmaster; gli editor caricheranno più velocemente, e le pagine compariranno all’istante sul browser dei vostri visitatori che visualizzeranno più volentieri il vostro sito.

Il nostro piano VPS, in particolare, è indicato per questo tipo di utilizzo, ovvero server web di altissima qualità e con risorse hardware interamente a vostra disposizione.

Ad ogni modo un’analisi completa di questo genere di tecnologia non può esimersi dal considerare gli eventuali CONTRO, che si riscontrano soprattutto nei seguenti punti:

  • 1) la piena consapevolezza di quello che si acquista: un server dedicato è una macchina molto potente che richiede altrettanta cura, manutenzione e voglia di approfondire le basi della gestione sistemistica dell’hardware;
  • 2) una maggiore richiesta in termini di conoscenze informatiche, in particolare di Linux/Unix in ambito sistemistico: questo aspetto non dovrebbe essere in alcun modo sottovalutato dal webmaster, che spesso pensa erroneamente di poter usufruire di tali servizi semplicemente acquistandoli e senza mettere mano alla shell SSH. Sul web sono disponibili molti tutorial, per cui vi suggeriamo preventivamente di installare Linux ed imparare ad utilizzare, quantomeno, i comandi base per editare i file, per configurare il sistema, per avviare i servizi e per aggiornare il sistema operativo. Sottovalutare questo aspetto significa mettere a repentaglio la sicurezza del proprio sito, fermo restando i consueti suggerimenti per proteggere il proprio sito che vedremo in un successivo articolo.

Ricordiamo che Hosting99, anche sui piani VPS, è il servizio web che si prende cura dei tuoi dati, effettuando dei backup automatici su un server esterno e riducendo così le possibilità di perdita completa delle informazioni del tuo sito.

 

condividi!

AUTHOR - WEB Hunter

1 Comment

0
  • Gerardo

    Passare a un server virtuale è sicuramente una soluzione di compromesso tra un hosting condiviso e uno dedicato, che però non penalizza la velocità di apertura delle pagine e allo stesso tempo contiene i costi. Sicurezza e affidabilità per generare la tranquillità negli utenti di servizi VPS con lo stesso livello di solidità rispetto a soluzioni che prevedono l’acquisto e la gestione di un server dedicato.

Post A Comment