Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

image

Cambiano le policy per la registrazione dei dati dei domini: ecco le novità

Dal 1 Dicembre 2016 sono cambiate le policy di ICANN, l’autorità di gestione dei domini internet, riguardo alla registrazione dei dati dell’intestatario che rendono leggermente più difficile cambiare i dati di intestazione del dominio in un’ottica di evitare gli abusi e le modifiche non autorizzate.

La novità riguarda tutti coloro che hanno un gTLD di primo livello (.com, .net, .org, .vip, .online e via dicendo) tranne per le estensioni nazionali, come .it e .fr ad esempio, che non saranno interessati da queste modifiche.

I cambiamenti saranno principalmente due, i seguenti:

  • Quando qualcuno provvederà a cambiare i dati di intestazione di un dominio, di solito per effettuare un trasferimento, a differenza di quantonacadeva in passato verrà inviata una mail all’attuale proprietario del dominio, che dovrà esserne consapevole e confermare l’operazione perché il dominio possa essere trasferito. Questo non dovrebbe rappresentare un problema per nessuna delle due parti, perché il venditore ha (ovviamente) interesse a confermare il trasferimento del dominio, ma eviterà i trasferimenti non autorizzati per qualsiasi motivo, perché senza conferma non ci sarà alcun trasferimento. I campi che faranno scattare l’invio della mail saranno il nome e cognome, la ragione sociale e l’indirizzo mail. Se a questa mail non sinriceverà risposta entro 14 giorni, il trasferimento del dominio di fatto non avverrà; se invece si cambia il nome e il cognome, ma non l’indirizzo mail (che magari è aziendale, pensiamo all’avvicendamento di un direttore in un’azienda) l’email sarà inviata al nostro stesso indirizzo, e la confermeremo per conto nostro.
  • La procedura di cambio intestazione causerà un blocco di 60 giorni in cui non potranno essere effettuate altre modifiche ai dati che abbiamo appena immesso, con riferimento sempre ai dati che abbiamo indicato sopra. Questo significa non ci potranno essere troppi “passaggi di mano” dei domini, che saranno quindi controllati meglio e si potranno evitare trasferimenti poco chiari, che a volte avvengono. Il blocco non riguarda solamente la nuova variazione dei dati, ma anche il trasferimento del dominio: per 60 giorni dal momento della modifica dei dati, infatti, non sarà possibile trasferire il dominio presso un altro provider.

Queste modifiche sono già attive dal 1 Dicembre 2016, ed è importante esserne a conoscenza specialmente per chi si occupa di trasferimenti di domini per vari scopi; se pensate che queste novità possono influenzare il vostro modo di lavorare, il consiglio è quello di leggere in modo approfondito questa pagina riguardante le modifiche , che risponde in modo preciso alle domande più comuni relative alle novità sui trasferimenti.

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment