Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

wpid-Photo-20160127153757622.jpg

Compro questo se… lo dicono parenti, amici e Google

Quando vogliamo acquistare qualcosa, difficilmente lo compriamo a colpo sicuro senza saperne assolutamente nulla. Di solito, specialmente se la spesa da affrontare è abbastanza consistente (un elettrodomestico, un cellulare) cerchiamo consiglio da chi quel prodotto lo ha già, per valutare se valga la pena spendere i nostri soldi in quel modo.

2016 Eldman Trust Barometer ha proposto, qualche settimana fa, uno studio sulla fiducia delle persone nel 2016. In pratica, quale consiglio per gli acquisti è più affidabile secondi i clienti, almeno secondo gli intervistati?

La risposta, la prima scelta, rimane sempre quella più classica, e sono i parenti e gli amici. Sono persone a cui di per sé si da fiducia, anche in ambiti della vita che sono gli acquisti, e sappiamo che non cercherebbero mai di “tradirci” (anche perché non ne avrebbero alcun interesse); motivo per cui, nonostante la tecnologia, rimangono sempre in cima alle classifiche delle preferenze.

Al secondo posto si trova Google, e le informazioni che si possono reperire sul motore di ricerca, che peraltro sono opinioni di altri utenti come noi; insomma, se non abbiamo un parente o un amico che ne sappia qualcosa ci fidiamo di uno sconosciuto, che in quanto tale non ha interesse e pubblicizzare o ad affondare un’azienda. E anche se ne avesse, noi non leggiamo le opinioni di una persona ma di tante persone, così da poterci fare un’idea “media”.

Al terzo posto, di pochissimo, si trova la televisione, che forse per un retaggio del passato suscita ancora molta fiducia, seguita poi dalla carta stampata, ma che si discosta di molto dalle altre.

Queste informazioni sono molto utili quando vogliamo pubblicizzare un prodotto o un servizio: è chiaro, parenti e amici sono al primo posto ma, specie per i nuovi clienti, non possiamo agire più di tanto su quel fronte; anche la TV è esclusa, considerati i costi di pubblicità…

Invece, Google è il meccanismo su cui bisogna fare leva, e ciò che dobbiamo cercare di prefiggerci è il fare in modo che le persone parlino del nostro prodotto. Pensiamo ad un’esperienza personale, come quella in cui acquistiamo un prodotto online: prima di farlo, non cerchiamo delle opinioni su Google? E se non ne troviamo, non siamo un po’ restii all’acquisto?

Per questo, una buona idea può essere quella di scrivere sui forum, sui social network, inviare campioni omaggio a siti e blog specializzati che possono, nel bene o nel male, parlare del nostro prodotto; chiediamo se qualcuno lo ha acquistato (ponendoci come utenti comuni, ovviamente, e non come responsabili della stessa azienda produttrice), invogliamo a scrivere recensioni, a postare foto, anche proponendo dei piccoli sconti: tutte queste cose, prese singolarmente non porteranno a chissà quali risultati, ma messe insieme faranno crescere la fiducia del cliente nel nostro prodotto, che sarà rassicuraro (se è buono, ovviamente) dal fatto che altre persone lo hanno provato e hanno visto che funziona senza troppi problemi.

E, proprio in relazione a questo, saranno spinti più volentieri ad acquistare.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment