Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

image

La Corea del Nord ha solo 28 domini in tutto il web!

La Corea del Nord non è certo uno degli stati più belli in cui una persona potrebbe vivere. Controllata da una dittatura totalitaria, che non lascia alcuno spazio praticamente per niente, al di là delle notizie che ci arrivano sui test nucleari ha altre cose che sono completamente disumane, come il sospetto dei campi di concentramento che conterrebbero gli oppositori politici del regime.

La vita è difficile, e naturalmente non tutte le persone hanno accesso alle tecnologie che per noi, oggi, sono normali; naturalmente, da fuori non sappiamo molto di questo paese completamente chiuso, e i pochi turisti ammessi possono visitare solamente zone altamente selezionate.

Ma la notizia che ha scosso un po’ tutto il web riguarda i domini registrati in questo paese, che ha come estensione nazionale .kp. Un’estensione che, naturalmente, non può essere utilizzata da nessuno che non faccia parte di questa nazione, ed è anche per questo che fino a pochi giorni fa era impossibile sapere l’effettiva estensione del loro web.

La risposta, scovata attraverso una falla di sicurezza informatica da un ingegnere, è stata sconcertante: il paese infatti ha solamente 28 domini registrati, e anche se sono presenti un social network (con pochissimi iscritti, perché quasi nessuno ha un dispositivo in grado di connettersi ad internet) ed un sito simile ad un motore di ricerca, la maggior parte sono siti istituzionali raggiungibili solamente dalla Corea del Nord.

Solamente 28 registrazioni di siti web ci danno un’idea, anche se molto parziale, di quanto possa essere opprimente il regime di questo stato: infatti siamo di fronte ad una situazione in cui pochissimi possono dire la loro, e questi pochi sono comunque limitati da un controllo continuo dello stato su di loro.

Purtroppo, la finestra che ha reso i siti accessibili per qualche ora è stata prontamente chiusa dall’interno del paese, per cui non è stato possibile saperne di più su questi siti, anche nell’ottica di saperne di più sul paese.

In ogni caso, questa notizia non arriva da sola: qualche tempo fa, infatti, qualcuno era riuscito a mettere le mani su un software che conteneva un sistema operativo, una versione modificata si OSX che, per funzionare, doveva essere collegata ad internet così da poter essere controllata. Se la connessione non c’era, o se qualcuno provava a disattivare il controllo, il computer si bloccava completamente, così da garantire una visione totale su ciò che ciascun utente sta facendo in ogni momento.

Una situazione a dir poco spaventosa, e in questo caso internet ci ha aiutato a capire di più di quanto disperate possono essere le condizioni dei 24 milioni di cittadini della Corea.

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment