Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

wpid-Photo-03ago2015-1727.jpg

Microsoft Edge è il nuovo browser di Windows 10: quali sono le novità per gli sviluppatori web?

Come sicuramente saprete, Microsoft Windows 10 è disponibile da pochi giorni, e tutti coloro che hanno una versione di Windows 7 o Windows 8 originale, quindi un sacco di persone e di aziende, hanno diritto all’aggiornamento gratuito. Questo significa che nel giro di poche settimane Windows 10 avrà un “tasso di adozione” altissimo, nemmeno lontanamente paragonabile a quello di Windows 7 o Windows 8 negli anni passati, perché in molti, dovendo pagare, preferivano tenere il sistema operativo che avevano.

Ora, tra le novità presenti in Windows 10 c’è un nuovo browser: si chiama Edge e va a sostituire Internet Explorer.

Ma non è un semplice aggiornamento con cambio di nome, ma un vero e proprio browser riscritto da zero: più veloce nel caricare e nel riprodurre le applicazioni web, integra anche un sistema utile agli utenti per annotare informazioni e segnare le cose importanti; poiché molti dei contenuti odierni si leggono su internet, se non su siti pubblici quantomeno su piattaforme private, possiamo immaginare che, specie per gli studenti o per chi ci lavora, sarà un sistema molto comodo per conservare le informazioni importanti.

Ma per chi i siti li crea e li gestisce, che cosa cambia? Cambia innanzitutto che il sito deve essere reso compatibile con questo nuovo browser, perché se si tratta di un piccolo blog, semplice, non ci sono problemi, ma ogni funzione un minimo più avanzata deve essere valutata con calma, ed eventualmente bisogna apportare le modifiche necessarie a rendere quella funzione compatibile con Edge, considerando che in questi giorni tanta gente sta iniziando ad utilizzarlo.

Per poter fare questo, c’è un sito, un tool, che consente di valutare il livello di compatibilità del nostro sito sia con Edge che anche con gli altri browser attualmente esistenti (Chrome, Firefox); utilizzarlo è semplicissimo, e in pratica gli si sottopone il nostro sito per valutare quali componenti, eventualmente, non siano compatibili con Edge, per cui si può correggere ciò che non va in modo semplice ma soprattutto mirato.

Un tool da utilizzare non solo adesso ma anche in futuro, per essere sicuri che non ci siano mai aspetti obsoleti sul nostro sito.

Altra novità, però in questo caso più tecnica, per gli sviluppatori, è il fatto che con Edge avremo la possibilità di inserire parte del codice non sulle nostre web-app, ma direttamente su un server, così che una componente comune a più applicazioni possa essere aggiornata in una sola volta per tutte le app.

Esempio semplice: abbiamo diversi eCommerce e proponiamo come sistema di pagamento Paypal. Vogliamo integrare anche PostePay: allo stato attuale delle cose, è necessario modificare eCommerce per eCommerce.

Grazie ad Edge, invece, potremo inserire una parte di applicazione, quella relativa al pagamento, sul server, e questa parte sarà “richiamata” da ogni singola applicazione. In questo modo modificando la parte comune potremo fare una sola modifica che varrà per tutte le applicazioni. Questo sistema si integra da Edge ma gli utenti possono fruire dell’applicazione finale da qualsiasi browser.

In ogni caso, si tratta di una novità interessante per chi sviluppa i siti e non solo, novità che necessariamente deve essere presa in considerazione.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment