Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

wpid-Photo-30lug2015-1428.jpg

5 trucchi per invitare un visitatore a condividere i nostri articoli

In questo articolo parliamo di una delle cose in assoluto più semplici, più basilari per chi ha un blog: il fatto che gli articoli debbano essere condivisi sui social network. Le condivisioni sono in pratica un rilancio di ciò che scriviamo, e consentono di far leggere le nostre produzioni anche ad utenti che non ci seguono, e che nel caso potrebbero anche iniziare a seguirci: ecco quindi alcune regole per incentivare la condivisione dei nostri articoli su Facebook, senza tecnicismi vari ma puntando sull’interesse del lettore.

La qualità dei contenuti

Iniziamo col dire che i contenuti che scriviamo devono essere sempre e comunque di qualità: lunghi, ovviamente non copiati ma non solo nel senso di copia-incolla, ma anche in senso contenutistico. Sempre offrire un valore aggiunto all’articolo esprimendo la nostra opinione o integrandolo con altre informazioni o, se si tratta di una notizia, cercando di analizzarne le conseguenze: cose, insomma, che possano far parlare gli utenti e parlare di quanto abbiamo scritto con i loro amici, fattore che porterà alla condivisione.

Elenchi e leggerezza della lettura

Vedete come ho scritto in questo articolo? Utilizzando una serie di titoli perché i paragrafi sono lunghi. Se fossero stati corti avrei usato un elenco puntato o numerato. In ogni caso, bisogna cercare di rendere leggera la lettura, di staccare, di dare tempo al lettore di ragionare su quanto scritto, senza creare dei paragrafi-muro che spaventano il lettore invece di invogliare a leggere. Chiarezza ed organizzazione spingono a far condividere l’articolo.

Proporre delle soluzioni

Gli articoli dovrebbero essere strutturati, a meno che si tratti di news semplici da riportare, come uno schema problema-soluzione. Non sai come si installa un programma? Te lo spiego io. Non sai che cosa significa questa cosa? Te lo dico io. Non sai cosa sta succedendo a proposito di un fatto di cronaca, non sai qual è il prodotto migliore da acquistare? Ci sono io.

Alla fine della lettura di un articolo del genere chi legge sarà soddisfatto e condividerà l’articolo.

Inserire delle immagini che stacchino la lettura

Anche le immagini possono avere un ruolo molto importante in termini di chiarezza dell’articolo, specialmente se questo è ababstanza lungo: spesso un’immagine vale più di mille parole, e inserendone un certo numero la lettura è più leggera, e favorisce l’ordine mentale di chi legge e, di conseguenza, le condivisioni.

Chiedete di condividere!

A volte gli utenti leggono un articolo interessati ma poi non lo condividono perché, semplicemente, se ne dimenticano. E noi che ci stiamo a fare? Ricordiamoglielo! Alla fine dell’articolo, spingiamo gli utenti a condividere il tutto sui social network. Ma non facciamolo con la classica frase fatta inserita da WordPress alla fine di ogni articolo, ma personalizziamola ogni volta. Ad esempio, avete trovato utili i consigli che vi ho dato in questa pagina? C’era qualcosa che vorreste far sapere anche agli altri? Condividendo l’articolo su Facebook, anche i vostri amici riusciranno a far crescere in modo notevole i propri blog e a far conoscere le loro idee.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment