Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

telegram-2

Iscriviti a Telegram: perché questo servizio sta ottenendo sempre più successo?

Se vi capita di girare su internet, magari guardando video su YouTube, o leggendo articoli, avrete notato nelle ultime settimane una tendenza molto interessante che riguarda molti siti, blog, canali di YouTube: quella di creare un account Telegram e di spingere gli utenti ad iscriversi come fino ad adesso si chiedeva di iscriversi a Facebook piuttosto che a Twitter. Ma perché questo sistema, per moltissimi versi così simile a Whatsapp, sta ottenendo così tanto successo?

I Bot di Telegram

Il motivo tecnico è quello che si chiama Bot, ovvero dei piccoli programmi che rendono automatico l’invio dei messaggi che Telegram ha attivato prima di molte altre aziende. In realtà ci sono diversi tipi di Bot, come quelli complessi a cui invii un messaggio e loro ti rispondono interpretando la tua domanda, ma ci sono anche Bot semplici come quelli che, collegati ad esempio con WordPress, inviano un messaggio al contatto ogniqualvolta viene pubblicato un nuovo contenuto. Semplici, ma efficaci.

Questi Bot, uniti alla possibilità di creare su Telegram dei gruppi a senso unico, ovvero gruppi in cui solamente una persona scrive, e tutti gli altri possono solo leggere, hanno fatto in modo di far diventare Telegram un vero e proprio raccoglitore di notizie, notizie che chiaramente vengono inviate da chi gestisce il “canale”, così si chiama per distinguerlo dall’account.

L’utilizzo di Telegram

I messaggi di Telegram, che possono essere audio, foto o testo contenente anche i link, arrivano così all’utente come se fossero normali SMS, e questa se ci pensiamo è una novità: nei social “normali”, come Facebook o Twotter, ma anche Instagram o YouTube, ci si iscrive ma non vediamo i nuovi contenuti fin quando non consultiamo il social; con Telegram, invece, sono i nuovi contenuti ad arrivare direttamente da noi non appena vengono prodotti. Insomma, è come essere diventati “amici” di un sito che seguiamo ricevendo subito i messaggi che invia.

Per chi gestisce un sito, specialmente un blog dove vengono pubblicati contenuti, si tratta di un’ottima opportunità, da prendere decisamente in considerazione: il Bot, infati, una volta configurato fa tutto da solo e non ci sarà bisogno, in futuro, di pubblicare alcunché (a meno che vogliamo mettere contenuti esclusivi e diversi da quello del sito, cosa che qualcuno fa e a quel punto la difficoltà sarà pari a quella di mandare un normalissimo messaggio).

Poi dovremo un attimo pubblicizzare il fatto che abbiamo un account Telegram, quello è ovvio, e il pubblico deve iniziare ad aderire, ma in ogni caso si tratta di uno strumento gratuito e semplicissimo da utilizzare, da prendere decisamente in considerazione. E allora, perché non approfittarne?

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment