Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

Photo-20160517215001845.jpg

Pubblicità online: Facebook si dimostra ancora la miglior piattaforma in termini di ritorno/investimento

Chi lavora online, e in particolare chi gestisce un sito web, sa bene quanto sia importante il ritorno, in termini di utenza, quando viene effettuato un investimento: questo parametro, chiamato ROI, è valutato costantemente e ogni servizio pubblicitario, dal giornale al sito internet, ha un ROI.

Capire il funzionamento del rapporto è semplice: se io spendo mille euro per pubblicizzare il mio sito su un rudere in un bosco della Papua Nuova Guinea, probabilmente non avrò ritorno… Se io spendo mille euro per pubblicizzare un prodotto su RaiUno ne avrò uno altissimo. Il rapporto tra numero di utenti che arriva da me e l’investimento effettuato può quindi essere molto diverso.

Su internet, tutte le principali piattaforme gratuite come Google, Facebook, Twitter, blog vari e via dicendo si finanziano con le pubblicità, ovvero vivono dei soldi che arrivano dagli utenti che vogliono pubblicizzarsi. È inutile dire che ci sono sistemi che funzionano meglio e sistemi che funzionano peggio rispetto agli altri.

Un sondaggio, effettuato da una società di ricerca, ha intervistato oltre 500 professionisti della pubblicità online, chiedendo loro su quali social al momento vale la pena di investire e quali social, invece, è meglio evitare. Gli intervistati potevano dare fino a tre risposte, ed è per questo che il totale supera il 100%.

Le risposte sono molto concordi tra i pubblicitari, e danno una panoramica abbastanza precisa dello stato della pubblicità online di oggi. Da notare che Google rimane “fuori dai giochi” perché sono stati presi in considerazione solamente i social network.

Le risposte sono state:

  • Per il 96% degli intervistati, Facebook è un social network su cui vale la pena investire.
  • Segue, forse un po’ a sorpresa, Twitter, che è valido per il 63,5% degli investitori.
  • Instagram, new entry in ambito pubblicitario, è considerato valido solamente dal 40% dagli investitori, anche se entrando da poco in questo campo non è ancora semplice, magari, capire se gli investimenti funzionano o no. Certo è che, come social, è in continua crescita.
  • Linkedin è considerato valido dal 38% degli intervistati, anche se probabilmente le pubblicità che funzionano, qui, sono solo alcune molto mirate.
  • Pinterest, il social network delle immagini non molto utilizzato, è considerato valido sola ente dal 10% degli investitori.
  • I messaggi che si autodistruggono di Snapchat invece non sembrano essere validi dal punto di vista degli investimenti: solo il 2% degli intervistati li considera validi.

Anche se si basa su opinioni personali, il sondaggio è molto interessante in relazione al panorama degli investimenti di oggi: insomma, se dobbiamo dare soldi a qualcuno, è sempre più conveniente darli a Facebook, nonostante l’ascesa di altri social network. Un parametro che, specialmente se un sito è alle prime armi, vale la pena di tenere in considerazione.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment