Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

twitter-moments-questions2

Twitter Moments arriva in Italia: ecco come funziona e a cosa può servire

Negli Stati Uniti è attivo ormai da un anno, ma era un po’ pigro nell’arrivare anche qui da noi, cosa che ha fatto solamente in questi giorni.

Parliamo di Twitter Moments, la nuova funzionalità del social network che consente di raccontare delle vere e proprie storie utilizzando i tweet. In soldoni, questa nuova funzione va a risolvere una delle carenze principali del Social Network, ovvero quella di non poter unire più frasi insieme, perché anche se venivano inviati due tweet questi risultavano separati dai tantissimi altri che arrivavano nel frattempo, costringendo gli utenti alla sintesi.

Da oggi non è più così, perché ogni singolo tweet farà parte di una storia, e per chi segue un profilo personale o aziendale sarà possibile concatenare una serie di tweet che porteranno quindi ad un filo logico che fornirà molte più informazioni su quanto detto nel tweet singolo.

Un esempio potrebbe essere quello di fornire diverse opinioni su un singolo argomento, o ancora quello di fornire immagini che riguardano lo sviluppo di un prodotto, una vacanza con le varie fotografie scattate, l’evoluzione di un certo evento o di una certa notizia. Nell’applicazione la consultazione è semplice, tanto da computer quanto da mobile, perché se un tweet fa parte di una storia l’app ce lo fa sapere e l’utente può scorrere verso destra (invece che verso l’alto o il basso) per avere informazioni aggiuntive che fanno parte di quella stessa storia.

Le ripercussioni di questo sistema, ovviamente, sono ancora tutte da valutare. Da un lato Twitter consentirà di dire qualcosa di più lungo, il che è utile quando non siamo certi di riuscire a rendere in poche parole un concetto o, comunque, nel caso in cui parlassimo di più argomenti e si rischi che chi legge perda il filo conduttore (immaginiamo un’azienda che pubblicizza quotidianamente un prodotto diverso ma che vuole anche fornire aggiornamenti periodici su un nuovo prodotto che sta lanciando, ad esempio). Dall’altra parte si perde l’immediatezza del social, specialmente nel momento in cui le persone inizieranno a spezzare il contenuto dei tweet perché tanto l’utente ha la possibilità di leggere il resto. Una frase come “giorno in cui potrete finalmente provare il nostro nuovo” le cui parti precedenti e successive si trovano in altri tweet non ha molto senso per chi non vede le altre, e per chi scorre la timeline quello è un tweet inutile.

L’innovazione, quindi, è ben gradita perché da alle possibilità alle aziende di esprimersi al meglio, ma allo stesso tempo c’è il rischio che qualcosa vada a peggiorare, invece che a migliorare: per cui, usate i Moments, ma fatelo con attenzione perché non si rivelino armi a doppio taglio.

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment