Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

wpid-Photo-20lug2015-1721.jpg

Adobe Slate: l’app di Adobe che fa creare storie per il tuo sito

Tutti amano le storie, diceva Steve Jobs. Ed è vero. Se io arrivo qui e dico “oggi vi spiego un trattato sui salmoni” piuttosto che “oggi vi racconto l’incredibile vita dei salmoni” le cose sono diverse, molto diverse. Diversa è la percezione che avete dell’argomento, diverso è il vostro modo di sentire ciò che io vi dico. Perché le storie, i racconti, ti prendono, ti catturano, sono interessanti, e se raccontate nel modo giusto lo sono ancora di più.

Oggi voglio parlare di un’app, che si chiama Adobe Slate, è edita da Adobe, è disponibile (purtroppo) unicamente per iPad, quindi dovrete procurarvene uno o fare affidamento su qualcuno che ne abbia uno, ma che consente di narrare le storie in un modo veramente innovativo e, soprattutto, bello. Ti fa scendere quasi la lacrimuccia.

L’app è semplice da utilizzare, e va a creare una pagina Web, in HTML5, non ospitata sul tuo sito (attenzione, è su un server di Adobe) ma che può portare a risultati veramente stupendi in termini di visite, ed è ottima per una campagna di mail marketing.

La prima cosa da fare è quella di cercare l’applicazione, Adobe Slate, su App Store, ed aprirla. Troveremo un editor semplice, quasi banale da usare in cui potremo inserire fotografie che si muovno mentre si scorre la pagina, testi e ovviamente collegamenti ipertestuali.

La prima cosa che serve è inventarsi una storia. Visto che stiamo parlando di marketing, deve essere la storia di qualcuno che si presta, oppure inventata, di una persona che ha deciso di utilizzare i nostri servizi e da la sua testimonianza. Ma non la testimonianza idiota del tipo “Ero triste, poi ho usato il servizio e sono felice”, rigorosamente falsa, ma un qualcosa di più elaborato, magari scritto in collaborazione con uno scrittore o comunque con qualcuno che sa come raccontare una storia.

Scegliamo quindi un tema, ad esempio un servizio che proponiamo: possiamo essere anche falegnami e voler pubblicizzare un mobile, o muratori e voler pubblicizzare un muro che abbiamo fatto. Se poi siamo nell’ambito in qualche modo dell’arte, è proprio il nostro.

Iniziamo a creare così la nostra storia, con foto ad effetto, magari anche in bianco e nero, con un protagonista che racconta, con le immagini che scorrono davanti al lettore man mano che scorre la pagina: questo lo fa Adobe, e qui potete trovare alcuni esempi dei risultati da visualizzare.

Una volta terminata la creazione della nostra storia si carica sul server, che ci restituirà un link. Che poi è quello che ci interessa: possiamo ovviamente metterlo sul nostro sito, al posto delle classiche testimonianze, ma possiamo anche iniziare ad inviare il lavoro (che poi ci è costato tipo un’oretta di tempo, non di più) per email alla nostra lista di clienti: con un oggetto tipo “Scopri come la tua casa può diventare straordinaria” oppure “L’incredibile storia di Tizio, che partito da nulla oggi ha una grandissima azienda”, un’introduzione di quattro o cinque righe nella mail, ovviamente il link allo Slate e… La storia farà tutto da sola.

Va da sé che al termine della pagina dovrà essere presente il link al nostro sito e magari alla nostra pagina Facebook, a cui mettere “Mi piace”. I clienti si conquistano anche facendo breccia nel loro cuore.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment