Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

wpid-Photo-20150710162901044.jpg

Domain Authority e Page Authority: i due parametri per valutare l’autorevolezza del tuo sito

I siti internet sono tanti, tantissimi, addirittura troppi. Anche se ci occupiamo di una nicchia molto specifica, quindi se ci occupiamo solo di coni genato, piuttosto che di protesi dentarie o di prodotti per la cura della pelle, possiamo essere abbastanza sicuri che esisteranno in rete tanti siti simili al nostro, peraltro al nostro stesso livello e con articoli simili. Per cui, come è possibile che Google stili una classifica di quello che è il risultato migliore per la ricerca dell’utente che cerca il contenuto del sito?

A parità (o quasi) di contenuti, di keyword, di argomenti, di lunghezza degli articoli, ci sono due valori che vengono presi in considerazione e che in gergo si chiamano DA e PA, ovvero Domain Authority e Page Authority. Questi valori sono importanti, non tantissimo importanti (perché l’utilizzo scorretto dei motori di ricerca ne ha attenutato molto il valore) ma comunque a parità di siti possono determinare una posizione superiore o inferiore del nostro sito.

Il primo, il Domain Authority, misura l’autorevolezza del dominio intero, valutandone tutte le pagine e tutti i sottodomini nell’insieme: keyword, link in entrata e in uscita, lunghezza degli articoli, collegamenti e via dicendo sono i paramteri di valutazione. Il Page Authority è simile ma valuta la singola pagina, o meglio pagina per pagina per poi fare una media tra tutte le pagine del sito: i valori pertanto possono cambiare perché se ho una pagina interessantissima e ultravisitata tra cento pagine “normali” il PA sarà superiore al DA.

Questi due valori vengono valutati con un punteggio da uno a cento: attenzione, però, la scala è logaritmica, e questo significa che è molto più semplice passare da 10 a 20 che non da 70 ad 80. Perché se facessimo un grafico, non troveremmo in verticale i valori “10, 20, 30, 40…” Alla stessa distanza, bensì ”10, 100, 1000, 10000″ alla stessa distanza. Ma ovviamente passare da 10 a 100 o passare da 10000 a 100000 non è la stessa cosa, per niente.

Il vostro sito può essere valutato tramite questo tool, e si dice che se il valore supera 25 inizia ad essere buono. I siti migliori hanno di solito un valore di 70. E se avete dei DA e dei PA bassi, come potete fare? Ecco, qui è il problema.

Perché non sappiamo di preciso che cosa Google utilizzi come parametri per la determinazione dei valori. Di sicuro, proporre articoli con keyword inerenti, lunghi, molti link in uscita a siti autorevoli, recuperare link in entrata (cioè, da altri siti verso il nostro, come guest post ad esempio) aiuta ad aumentare questi valori e di conseguenza le posizioni nei risultati di ricerca e di conseguenza le nostre visite. In ogni caso, quando fate delle modifiche al sito sempre controllare la sua autorevolezza: potrete vedere immediatamente se la modifica effettuata è positiva e negativa. Nel caso, potrete procedere con la cancellazione della modifica o continuare in quella direzione, come preferite.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment