Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

email-marketing-for-associations

Email marketing: i 9 principali errori da evitare

L’email marketing è una delle tecniche principali utilizzate dalle aziende per comunicare con i propri clienti fornendo proposte commerciali ed informazioni più generiche.

Molti lo usano, in modo più o meno importante per il marketing aziendale, ma ci sono anche molti che non sanno come usare la posta elettronica in questo senso, compiendo errori anche banali: in questo articolo abbiamo raccolto i più comuni che devono essere assolutamente evitati.

  • La prima cosa da ricordare, sempre e comunque, è quella di non inviare mai mail senza l’esplicito consenso del proprietario, insomma senza che abbia firmato o accettato qualcosa di preciso. Mail spam ce ne sono tante, è vero, ma visto che è una cosa illegale evitiamola, perché se siamo un’azienda seria saremmo perseguibili per legge.
  • Evitare le liste di mail acquistate da qualcun altro. Anche se vengono dichiarate con il consenso, non possiamo sapere se è vero; inoltre non sappiamo se quelle persone sono realmente interessate a ciò che proponiamo noi, motivo per cui meglio evitare.
  • E’ molto importante prevedere un meccanismo di disdetta dalla mailing list. Le voci circolano, e se un utente può disiscriversi da una lista senza problemi gli rimarrà comunque una buona impressione della nostra azienda, nel caso in futuro dovesse acquistare nuovamente. Se rendiamo l’annullamento dell’iscrizione un incubo, gli utenti inizieranno ad odiarci, e questo è controproducente. Più di perdere un singolo iscritto alla mailing.
  • Ovviamente, con le mail non bisogna essere assillanti, perché troppe mail porterebbero ad un calo di interesse da parte degli utenti. Sempre meglio inviarle nella giusta misura, che sono anche piacevoli da leggere.
  • Per quanto riguarda i contenuti, poi, mai e poi mai inviare solamente mail commerciali, che alla lunga iniziano ad essere fastidiose. Piuttosto bisogna cercare di variare un po’ la tipologia di mail, perché in questo modo si stacca un po’. Raccontare qualcosa, parlare di attualità, inserire curiosità, insomma inviare mail “creative” farà sicuramente piacere al lettore, che non è una macchina.
  • Punto che potrebbe sembrare banale ma… l’italiano non è un’opinione. La grammatica, il corretto uso della punteggiatura, le maiuscole e via dicendo vanno sapute usare.
  • Quando si propone qualcosa, bisogna fare in modo che l’oggetto della mail sia chiaro. Se proponiamo un contenuto strano possiamo mettere anche “Leggi assolutamente!”, ma se proponiamo delle offerte scriviamo “Offerte”. Rendere poco chiare le mail farebbe sì che gli utenti poi non leggano nemmeno le cose che gli interessano.
  • Mai allegare file alle mail. Regola d’oro, perché per gli utenti allegato=virus.
  • E, infine, mai eccedere con le immagini. Bisogna ricordare che non tutti hanno la fibra ottica, e scaricare le mail dal cellulare può essere pesante. Pensiamo anche agli “utenti meno fortunati”, in questo senso, perché la nostra popolarità ne risentirà. In positivo.
condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment