Archivi

Ultimi Commenti

Categorie

Blog

wpid-Photo-17ago2015-1703.jpg

Microsoft vuole le app iOS e Android su Windows: è il caso di iniziare a pensarci?

Non so voi, ma personalmente ho fatto caso ad una cosa. Quando ci troviamo su un sito relativo ad un’azienda, ad un servizio o ad un ente, è normale trovare un banner con scritto “scarica l’app” relativa a quel servizio. App che, rigorosamente, è disponobile per iOS, quindi iPhone e iPad, per Android, quindi per tutti i Samsung, LG e telefoni che usano questo sistema operativo, e basta. Per Windows non c’è mai.

Eppure Windows è il sistema mobile preferito, almeno in Italia: complici molto probabilmente un’ottimizzazione migliore rispetto a quella di Android, specialmente sui telefoni Lumia, e un prezzo molto più abbordabile rispetto a quello degli iPhone (non è che ci voglia poi molto) ci sono molte persone che nel nostro paese utilizzano il sistema operativo Microsoft.

E allora perché non cercare di sfruttare il fatto che lo store Microsoft sia praticamente un deserto per iniziare a sviluppare, oltre al sito e alle app per gli altri due sistemi operativi che probabilmente già abbiamo, per la nostra azienda, anche un’app per Windows Phone?

In questo senso, è Microsoft stessa a venirci in aiuto grazie al progetto Windows Bridge, di cui fanno a sua volta parte due progetti distinti: uno per eseguire il porting di applicazioni iOS su Windows, l’altro per fare la stessa cosa ma con le app Android. Il primo è attualmente disponibile in beta, cioè già utilizzabile ma con errori che verranno correti in questi mesi; l’altro verrà rilasciato a settembre.

Il progetto è essenzialmente un programma di compilazione, in cui si immette l’applicazione programmata per iPhone e, ovviamente con qualche opportuna modifica, lui la trasforma in un’app già pronta per Windows 10, a cui manca solo di essere ottimizzata.

Ovviamente un semplice processo del genere, possiamo prevedere (e può prevedere anche Microsoft) che porterà a tantissime app sullo store Windows in pochissimo tempo; insomma, nel giro di pochi mesi chi ha un Lumia o conunque un dispositivo con Windows troverà una marea di app sullo store, e ovviamente per trarne un vantaggio e non essere solamente una goccia nel mare bisognerà essere, se possibile, tra i primi a mettere la nostra applicazione sullo store.

Il tool, almeno quello per il porting da iOS a Windows, è al momento disponibile in versione beta ed il nostro consiglio è quello di iniziare a prendere dimestichezza con quello: anche se dovremo sopportare un po’, non appena sarà disponibile la versione definitiva saremo tra i primi a prendere posto tra la “cascata di app” che, si presume, compariranno nei prossimi mesi portando probabilmente anche ad un aumento dei dispositivi venduti. Insomma, un’opportunità molto interessante che sarebbe meglio non farsi scappare.

 

condividi!

AUTHOR - Redazione

No Comment

0

Post A Comment